Rischio-2014-940-400

DALL’IDENTIFICAZIONE DEL PERICOLO ALLA MISURA DEL RISCHIO SANITARIO
La gestione delle non conformità analitiche negli alimenti: misure sanitarie e procedimenti sanzionatori

20 febbraio 2014
Sede: Centro Congressi Torino Incontra

download_button

L’evento ha l’obiettivo  di chiarire, partendo dall’analisi del Regolamento  CE 178/2002,  la responsabilità dell’impresa ed il ruolo attivo richiesto alla stessa nelle fasi di ritiro e/o di richiamo dei prodotti, gli adempimenti e la documentazione necessaria da predisporre. Questo aspetto verrà eviscerato attraverso il percorso tecnico che parte dal prelievo del campione giunge al risultato dell’analisi e alla sua interpretazione secondo i principali rischi che devono essere gestiti in un’azienda alimentare chimico e microbiologico senza tralasciare le contaminazioni da allergeni alimentari.

Nell’analisi legislativo giuridica verrà chiarito il confine di alimento dannoso tra alimenti che rappresentano un grave rischio per la salute del consumatore e alimenti che, pur presentando non conformità alle norme vigenti, non rappresentano un grave rischio per il consumatore e/o non richiedono un intervento immediato.

Il seminario tratterà anche  alcuni casi concreti di valutazione di rapporti di prova nel procedimento penale in modo da cercare di chiarire alcuni aspetti che  oggi non permettono un’uniformità procedurale.


Responsabili scientifici

Giorgio Gilli, Università di Torino

Bartolomeo Griglio, Regione Piemonte

Neva Monari, Avvocati per l’Impresa


ECM
Accreditato ECM con il codice 173-85616.  I crediti attribuiti sono 7.  Le figure professionali sono: chimico, tecnico della prevenzione, medico veterinario, biologo, tecnico sanitario laboratorio biomedico, medico SIAN.


Programma

8.30 -09.15
Registrazione partecipanti e Saluti delle Autorità

09.15 -09.45
Il prelievo di campioni: l’evoluzione del quadro normativo europeo e nazionale. Le scelte della Regione Piemonte
Gianfranco Corgiat Loia , Responsabile Settore Prevenzione e Veterinaria Regione Piemonte

09.45– 10.15
L’interpretazione dei risultati delle analisi di laboratorio: tra scienza e normativa
Giorgio Gilli, Università degli Studi di Torino

10.15 -10.45
La responsabilità dell’Autorità di controllo e degli O.S.A. per violazione delle regole sulla sicurezza alimentare
Vito Rubino,  Università del Piemonte Orientale

10.45 -11.15
Il pericolo microbiologico: la razionalizzazione degli interventi e l’uniformità nella interpretazione dei risultati
Bartolomeo Griglio, Coordinatore gruppo di lavoro regionale sulla sicurezza alimentare

11.15 -11.30
Pausa caffè

11.30-11.50
Il pericolo chimico: esperienze in episodi di contaminazione ambientale degli alimenti di origine animale
Giuseppe Ru, Osservatorio Epidemiologico – Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, della Liguria e della Valle d’Aosta

11.50-12.10
Allergie ed intolleranze alimentari: dalle Raccomandazioni della Regione Piemonte al presente-futuro della diagnostica molecolare
Gianni Cadario, Rete di allergologia Regione Piemonte  ASO Città della Salute

12.10-12.30
L’analisi del rischio per la gestione delle non conformità in alimenti contaminati da Listeria monocytogenes, E. coli  e Campylobacter enteropatogeni
Valerio Giaccone, Università di Padova –Istituto di Ispezione alimenti

12.30 -13.00
Discussione con i partecipanti

13,00 -14.00
Pausa Pranzo

14.00-14.30
L’alimento pericoloso: classificazione giuridica secondo il regolamento CE n.178/2002  e le conseguenze giuridico-economiche che derivano da una non corretta attivazione dell’allerta. Il punto di vista dell’impresa
Neva Monari, Avvocati per l’impresa, Torino

14.30 -15.00
Le decisioni sulle misure da adottare, ai sensi del regolamento CE n. 178/2002, a seguito di non conformità analitiche conseguenti a controllo ufficiale o autocontrollo: ruoli e responsabilità
Pietro Noè, Ministero della Salute, Dipartimento Allerte Veterinarie (DAV Team)

15.00 -15.30
Il rapporto di prova di laboratorio nel procedimento penale: elementi di valutazione
Procura della Repubblica di Torino

15.30-16.30
Dibattito con i partecipanti

16.30- 17.00
Chiusura lavori a cura di Bartolomeo Griglio , Neva Monari, Giorgio Gilli

17.00 -17.15
Test di valutazione ECM


Costo partecipazione
Il costo di partecipazione è di 150.00 € più Iva 22 % (183,00€ ) e comprende i crediti ECM per gli aventi diritto, il coffee break e l’attestato di partecipazione. Sono riservati 50 posti per i dipendenti di enti pubblici ( ASL, ARPA. IZS) alla cifra di 100.00 € più IVA , se dovuta (122 €)

download_button

Categories: EVENTI 2014, NEWS
  • ADMIN TOOLS